Le forme delle parole
Febbraio 10, 2020
Terme a Chianciano: W le Donne
Febbraio 29, 2020

Cibele, la Madre, origine, Forza generatrice. Divinità di pietra e acqua, madre vergine, seduta sul trono della Terra. Tracce storiche, monumenti e ricerche, molto si perde nella memoria e nella polvere. Culto antico, primordiale, di origine anatolico. Poi diffuso tra le tutte le popolazioni, prendendo sembianze diverse, adattandosi alle paura e desideri dei suoi luoghi. Culto atavico, cresciuto nelle grotte da dove l’uomo guardava verso la luce e si domandava perché quella pioggia incessante o chissà se torneranno a coprirsi l’aria di colori, che poi saranno frutti, se gli animali torneranno a pascolare. Madre e Matrigna, perché la Natura è generosa e severa, amorevole e spietata. Anche senza sapere alcunché di culti antichi, dei Grandi Viaggiatori del passato, dell’incuria o della stupidità umana, i “Santoni” di Palazzolo Acreide ti investono con la loro religiosità istintuale. Ancor prima di guardare attraverso le sbarre e cercare di leggere tra le pietre, senti l’aria vibrante dai tamburi, acqua che scorre, pietra muta, silenzio di secoli e l’anima della Terra. Poco rimane di sculture scavate nel fianco della collina, una lettura più emozionale che reale. Ci vuole un po’ di pazienza prima che l’occhio discerna tra le linee erosioni naturali e quelle del lavoro umano, lentamente dal fondo della parete rocciosa emergono le figure.

“I Santoni” di Palazzolo Acreide sono uno dei magnifici disegni di Houël, un sito offeso, difficile da raccontare, da proteggere. Il luogo, la piccola valle, dice, parla alla singola memoria antica che ognuno di noi ha. Basterebbe ascoltarla.

Per informazioni e prenotazioni delle visita chiamare il 0931 875575

Maria Luisa Bruschetini
Maria Luisa Bruschetini
Mi chiamo Maria Luisa Bruschetini Sono una travel blogger scrivo di turismo e viaggio. La passione per le parole ha radici lontane e variegate. Da adolescente mi sono occupata di cronaca calcistica locale. Poi recensioni musicali, ancora testi per blog dalle erbe aromatiche, alla ferramenta, passando per il caffè, ricette di cucina regionale e anche un manuale di bioedilizia. Dalla mia formazione classica ho preso la mappa dell’Umanità, dai miei studi economici la consapevolezza che in fondo il Mondo gira sulle consuete direttrici, dalla mia terra natia, la Toscana, la forza del simbolo e l’armonia rinascimentale, dal web la fluidità.

8 Comments

  1. Bonini Franca ha detto:

    Bravissima, trasmette emozioni quando si legge. La lettura è così scorrevole e comprensiva che coinvolge . Sembra di essere lì.

  2. De pascalis ha detto:

    Sempre più brava a trasmettere le sensazioni!
    Luogo magico
    Grazie!

  3. Micol ha detto:

    Fantastica. Non vedo l’ora di poter venire a fare la visita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *