Agri&Tour alla scoperta del Turismo Rurale

Social a chi?
Novembre 20, 2022
ll Rinascimento delle Terre Nuove
Dicembre 16, 2022

Agri&Tour, il Salone nazionale dell’agriturismo e dell’agricoltura multifunzionale che si svolge ad Arezzo e che il 12 e 13 Novembre 2022 segna quota ventesima edizione. A questo proposito domenica 13, un semplice e meritato omaggio alle aziende fedeli compagne di viaggio dell’Agri&Tour, poco più di un gesto che ha sottolineato quello, che a mio avviso è la caratteristica dell’Agri&Tour, la dimensione umana.
Il programma tocca vari aspetti dell’agriturismo, incontri b2b con buyer stranieri, master di formazione, convegni, presentazione libri, insomma prospettive e analisi del comparto, che si presenta complesso e ampio, proprio per la multifunzionalità dell’agriturismo.

Orchidea

Chi puoi incontrare all’Agri&Tour?

Le strutture ricettive rurali connettono turismo, tutela ambientale, produzione agricola, commercializzazione in varie forme. I casi di successo riportano a una matrice comune, l’armonizzazione dinamica dei vari ambiti, ponendo al centro le specificità micro-territoriali.
A me piace girare tra gli espositori, ascoltare le loro storie, a volte raccolte in un breve scambio di battute, altre volte c’è il tempo di lasciarsi trasportare dalla curiosità.


I proprietari dell’Agriturismo Lago Verde di Alia (Pa), orgogliosamente siciliani, anzi lei Sicana e lui Siculo, che nel Centro Affari di Arezzo preparano i tradizione cannoli degni delle migliori pasticcerie siciliane, frizzano calore e ospitalità.
L’olio di oliva sta conquistando la scena del food, da semplice condimento a protagonista della tavola e della salute. In fiera sotto l’appassionata guida dei sommelier locali aicoo è possibile apprendere i primi rudimenti della degustazione dell’olio. Per chi è in zona Arezzo, l’associazione organizza corsi di assaggio alla scoperta dell’olio evo.
Gli oliveti disegnano larghi tratti del paesaggio italiano. Albero transfrontaliero, abbraccia il Mediterraneo, approfondire la sua conoscenza è ripercorre le vie delle nostre radici culturali.

E la Castagna? Per secoli ha sfamato le popolazioni degli Appennini. Il boscoso Casentino ancora ci affascina con i suoi castagneti. Ancora oggi, raccogliere le castagne, essiccarle, lavorarle sino ad ottenere la profumata farina sono gesti che si tramandano pressoché identici nel corso degli anni. NellAzienda Agricola Riccardo Giorgini di Raggiolo(Ar) vive questa nobile conoscenza. Acquistare un sacchetto della delizia farina è rendere omaggio a una cultura secolare, nonché la possibilità di preparare ottimi dolci.

Un giardino fiorito di delicata bellezza. OrchiDario diventa punto di confronto e curiosità sulle orchidee, chi passa ammira, esprime le proprie soddisfazioni o delusioni sulla coltivazione di questi superbi fiori.

Cibo tra salute e tradizione

Si parla spesso, anche in maniera retorica, del rinnovarsi mantenendosi connessioni alla tradizione. Un interessante esempio è la scelta effettua dalla Bianchi Cav. Quirino.
Azienda che si occupa da decenni di commercializzare legumi, semenze e farine alimentari ha deciso di valorizzare i semi preziosi, realizzando delle combinazioni mirate con specifiche finalità nutrizionali. La linea Norma propone ben quindici mix diversi, come quello iperenergetico per sportivi o quello per aiutare le donne a prendersi cura del proprio benessere. Ogni mix è stato formulato sotto la supervisione di un nutrizionista. Chi, come me, ami le zuppe di legumi misti sa che la cottura è il punto debole, invece mi garantiscono che anche questo aspetto sia stato attenzionato, selezionando legumi dai tempi di preparazione uguali.

Api&C

OrchideeMentre cammino mi travolge un intenso profumo, segno che sono giunte nella zona degli Apicoltori.
L’Agrietour ospita Apicoltura in Fiera in collaborazione con l’associazione Apicoltori Province Toscane e Miele in Cooperativa. L’incessante lavoro delle Api ci offre prodotti straordinari, che da soli o saggiamente combinati ci accompagno in ogni momento della giornata, aiutandoci nella cura del nostro benessere.
Quando si pensa a un maso del Trentino ci viene in mente la quiete di campo fiorito dove le api sfrecciano alla ricerca del polline. Davanti allo stand del Maso delle erbe ci sente coccolati e confortati, dall’antipatica rughetta al fastidioso raffreddore trovano una risposta, che voglia di correre sui prati della Val di Fiemme.
Ma che belli questi giovani (Az. Agr. I Giardini di Poseidone), da qualche tempo hanno scelto di vivere all’Isola d’Elba, impegnandosi a coltivare i vecchi terreni della nonna, coltivazione biologica ma non certificata per scelta, dedizione e volontà.

Il pomeriggio volge al termine, mi sono persa qualcosa, come il Cooking show, mi sono lasciata trasportare dalle parole di vita, di alcuni animatori di questa ventesima edizione del Agrietour, mi piacerebbe molto andarli a incontrare a casa loro.

Maria Luisa Bruschetini
Maria Luisa Bruschetini
Mi chiamo Maria Luisa Bruschetini Sono una travel blogger scrivo di turismo e viaggio. La passione per le parole ha radici lontane e variegate. Da adolescente mi sono occupata di cronaca calcistica locale. Poi recensioni musicali, ancora testi per blog dalle erbe aromatiche, alla ferramenta, passando per il caffè, ricette di cucina regionale e anche un manuale di bioedilizia. Dalla mia formazione classica ho preso la mappa dell’Umanità, dai miei studi economici la consapevolezza che in fondo il Mondo gira sulle consuete direttrici, dalla mia terra natia, la Toscana, la forza del simbolo e l’armonia rinascimentale, dal web la fluidità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *